logo Pordenone

In prima linea nel vivere le tensioni tra civiche e Partito democratico sulle modalità di adesione al nuovo soggetto politico, la segreteria cittadina chiederà in sede di commissione e nell’assemblea regionale, in programma l’8 novembre, che sia permessa, nella fase transitoria, la doppia appartenenza. Un tema interno ma non di poco conto, visto che i regolamenti impediscono attualmente di poter contemperare le due adesioni, come vorrebbe il sindaco di Pordenone, Sergio Bolzonello.

«Il problema esiste – hanno affermato ieri in una conferenza stampa il segretario cittadino, Walter Manzon, e Giuseppe Pellin – e proporremo emendamenti affinché la doppia appartenenza sia consentita». Un compito affidato a Fausto Tomasello, che fa parte della commissione regionale ed è componente anche del direttivo cittadino. Trasferito nella nuova sede di via don Sturzo 1, laterale di collegamento tra piazza Costantini e via Dante, il Pd lancia la campagna di tesseramento 2008/2009. Ds e Margherita contavano insieme 350 adesioni: si punta a traguardare questo risultato, magari raccogliendo 200 iscrizioni entro l’anno. Per questo è stato costituito un ufficio adesioni che vede insieme Manzon, Tomasello, Pellin, Adriano Del Ben e Giampaolo Roveredo che sarà disponibile in sede dal lunedì al venerdì, dalle 17 alle 19, e il sabato dalle 9 alle 11 (telefono 0434.524459). Organismo necessario perché, come prevede lo statuto, le tessere devono essere fatte personalmente in sede. «Organizzeremo delle feste nei quartieri – aggiunge Manzon – in maniera tale da agevolare quei cittadini che non si possono spostare. Il momento non è facile, ma superata la fase di riflessione interna è necessario rilanciare il partito nel territorio». La tessera costa 15 euro e il 70 per cento rimane in città per sostenere le attività del circolo locale, che può contare finanziariamente anche sui contributi (dal 5 al 10 per cento delle indennità) da parte degli amministratori e di chi ha incarichi. «Il patrimonio di Ds e Margherita – continua Manzon – è affluito nelle fondazioni, per cui partiamo veramente da zero». Nei prossimi giorni una lettera di invito al tesseramento perverrà alle 2 mila 600 persone che hanno partecipato alle primarie del 14 ottobre dell’anno scorso, mentre sono partiti, dal punto di vista dell’attività dei democratici, degli incontri con gli assessori comunali per analizzare l’attività amministrativa. (ste.pol.)

Messaggero Veneto — PORDENONE

24 ottobre 2008

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI