logo Pordenone

4 mila e 465 voti e il Partito Democratico è il primo della città. Un risultato che premia le gestione del segretario Walter Manzon e una campagna elettorale che nasce da lontano ed è cresciuta, pian piano, con i candidati che hanno lavorato insieme per un obiettivo comune. E soprattutto hanno “ letto” la città partendo dalle circoscrizioni, dove il risultato è stato eclatante con risultati attorno al 33 %.

La campagna del Pd, sotto il segno della sobrietà di toni e di costi, è stata capillare ed omogenea e programmata sull’ascolto delle esigenze e delle richieste dei cittadini, casa su casa, strada su strada, quartiere su quartiere. Il sorpasso su Pdl e sulla lista dell’ex sindaco Bolzonello è probabilmente dovuto da una parte, nel primo caso, a una disponibilità all’ascolto e alla moderazione di toni e di contenuti di cui ora i cittadini sentono il bisogno, dall’altro, nel secondo caso, all’esigenza, da tempo in disuso, di un’idea più ampia e globale di politica cittadina. Insomma il cittadino pordenonese – e lo dimostrano in primo luogo i suoi quartieri – è un “ animale politico”, in parte targato Pd.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI