logo Pordenone

messa

 

Di fronte alle numerose perplessità e contestazioni che in queste ore vengono sollevate da tanti cittadini sull'opportunità di questa scelta, il Sindaco Ciriani e il Consigliere delegato Basso non si fermano neanche un attimo e ribadiscono la decisione.

Quindi, giovedì 29 settembre Pordenone sceglie di affidare a una cerimonia religiosa l'avvio di quella che dovrebbe essere la più inclusiva delle esperienze per i nostri bambini e ragazzi: la scuola. Ma non sarà così giovedì, perché se sicuramente ci saranno studenti che seguiranno volentieri la messa, molti altri non ci andranno per scelta, altri ancora non capiranno il senso di quell'esperienza semplicemente perché di fede diversa.

Allora perché non dare all'inizio di un nuovo anno scolastico un significato condiviso da tutta la comunità scolastica? Certamente i contenuti non sarebbero mancati.

Un'occasione sprecata per creare davvero comunità e senso di appartenenza, valori laici coerenti con la nostra Costituzione e obiettivi che dovrebbero essere prioritari per chi governa una città.

Ma evidentemente non è così!

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI