logo Pordenone

A un anno dall’insediamento della giunta Ciriani a governare il comune di Pordenone, è il momento di puntare i riflettori sulla gestione della cultura nella nostra città. Della parola cultura in molti si sono riempiti la bocca in questi mesi, ma il futuro ci riserva un grande punto interrogativo.

Partiamo dalla considerazione che questa amministrazione ha spinto molto sugli eventi popolari, e riconosciamo che è giusto anche promuovere questo tipo di appuntamenti.
Quando si parla di cultura, però, bisogna pensare a un concetto ben più ampio. E quindi chiediamo quali strade abbia deciso di prendere la giunta Ciriani sulle politiche culturali, dal momento che i segnali che vediamo sembrano essere piuttosto confusi.
La polemica di questi mesi tra Amministrazione da un lato, e artisti pordenonesi che non si sono visti riconoscere dal Sindaco competenze e prestigio dall'altro, hanno portato l'opposizione in consiglio comunale a ribadire la propria contrarietà al cospicuo finanziamento che Ciriani ha assegnato a un musicista pordenonese per il suo concerto di chiusura dell'estate in città. Una cifra esosa, che avrebbe potuto essere suddivisa per coinvolgere e includere nella produzione culturale anche altri rinomati artisti pordenonesi.
Oltre a ciò, preoccupa la ventilata ipotesi di smantellamento della rete museale. Le affermazioni sull' immaginario scientifico e sula galleria Pizzinato non fanno capire molto bene quale sia la linea progettuale dell’amministrazione, e per questo come Partito Democratico siamo pronti a metterci in gioco per contribuire a definire una strategia che faccia crescere la città.
Tralasciando le uscite di chi pensa che la nostra sia una “definizione snob” di cultura, pensiamo che serva un’offerta a tutto campo. E che i fondi vadano erogati con equilibrio tra le varie forme espressive e tra i vari tipi di eventi.
Ci auguriamo quindi che, dopo un anno, la Giunta Ciriani esprima una progettualità culturale più ampia e organica di quanto finora dimostrato.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI