logo Pordenone

IL PATTO di RESPONSABILITA’ del CIRCOLO PD di Pordenone

per arrivare ad un congresso uniti e coesi pronti ad affrontare la sfida delle elezioni in città.

Impegni dei membri del direttivo, del segretario del circolo ed in visione del congresso

Approvato all’unanimità dal Direttivo di Circolo in data 24.6.2010

1. I membri del direttivo si impegnano a:

  • partecipare assiduamente alle riunioni dell’organismo e alle iniziative del Circolo;

  • mantenere contatti con gli iscritti del territorio;

  • partecipare attivamente a gruppi di lavoro su tema (in linea di massima relativi alle competenze degli assessorati cittadini);

  • tenere contatti e ricercare temi di impegno politico con associazioni e gruppi di interesse;

  • garantire collegamenti continui con gli amministratori locali (cittadini, provinciali e regionali).

2. Il segretario di circolo si impegna a:

  • costruire un’idea di città del Partito Democratico;

  • cogliere le esigenze del territorio e l’attivazione delle azioni politiche opportune;

  • mantenere i collegamenti con l’amministrazione cittadina (se appartenente alla stessa coalizione) o con i rappresentanti del partito e della (eventuale) coalizione nei consessi elettivi territoriali;

  • attivare un collegamento continuo con gli organismi territoriali del partito di livello immediatamente superiore (provincia e regione);

  • rispettare le indicazioni politiche e decisioni prese nel direttivo;

  • garantire la democrazia interna e il mantenimento della coesione del circolo, pur in presenza delle diverse posizioni che emergono dal libero confronto;

  • comunicare verso i media in modo deciso, continuo e coerente con la linea politica approvata dal circolo;

  • garantire l’informazione allargata all’interno e all’esterno del circolo.

3. In vista del Congresso, si auspica che:

  • vengano costituite liberamente più liste, collegate ove possibile allo stesso candidato segretario;

  • tutte le liste vengano composte secondo i criteri indicati fissati dai punti precedenti;

  • l’assemblea degli iscritti venga convocata frequentemente (con l’idea di rispettare in prospettiva l’indicazione statutaria di una convocazione ogni tre mesi), grazie anche alla creazione di eventi attorno all’assemblea stessa;

  • la segreteria sia composta da un gruppo di persone di fiducia del segretario;

  • all’interno della segreteria vengano affidate deleghe specifiche;

  • il segretario assuma la responsabilità davanti al direttivo ed agli iscritti di un eventuale non funzionamento delle diverse aree;

  • il direttivo, democraticamente eletto, venga riunito almeno una volta al mese;

  • i membri del direttivo assenti ingiustificati ripetutamente vengano dichiarati decaduti;

  • il segretario sappia evitare abbandoni del partito e sappia coinvolgere chi non entrerà negli organismi dirigenti.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI