logo Pordenone
Ieri daniela300x450sera il coordinamento sul programma «Il Pd non si è mai addormentato. Nemmeno ad agosto quando i contatti, seppure informali, con gli altri partiti dell’alleanza sono proseguiti. Ci fa piacere che i "Cittadini" e le Liste civiche abbiano fatto un passo avanti e che vogliano aprire il confronto. Il nostro orizzonte di riferimento, come abbiamo detto fin dall’insediamento della nuova segretaria all’inizio dell’estate, è quello del centrosinistra e il tavolo lo apriremo noi quanto prima». La segretaria cittadina del Pd, Daniela Giust, replica con estremo garbo alla "sveglia" suonata da Bruno Malattia, leader della lista dei Cittadini e alla osservazioni di Marco Salvador come portavoce provinciale delle Civiche.
Garbo, ma nello stesso tempo fermezza. «Il Pd - aggiunge - è prontissimo al confronto. E nelle ultime settimane non è stato certo in attesa di eventi. Abbiamo - sottolinea Giust - discusso con diversi alleati del centrosinistra sulle possibili linee del programma. Credo che il confronto su punti e programma non sarà complicato. Il tavolo sarà aperto quanto prima».
E il programma, legato anche alla coalizione con cui condividerlo e discuterlo, è stato anche al centro dell’incontro, programmato da diverso tempo per ieri sera, del coordinamento cittadino del partito. Segno che, nonostante il periodo estivo, la segreteria non è stata ferma. «Su una cosa - precisa - Bruno Malattia ha pienamente ragione: lasciamo stare il nome, o i nomi, dei candidati. Serve prima avere le idee chiare sul progetto di città che il centrosinistra vuole, poi cercheremo il candidato più adatto. Su questo aspetto ci eravamo, però, già espressi. Quindi Cittadini e Civiche
sono i benvenuti». Insomma, il Pd - come partito di maggioranza della coalizione che sostiene il sindaco Pedrotti - non intende farsi mettere i piedi in testa dagli alleati "minoritari". La segreteria, che non ha mai nascosto di strizzare l’occhio alla candidatura Pedrotti anche se nel partito c’è chi esclude l’ipotesi, si dice disponibile ad accantonare il nome in funzione del confronto con gli altri gruppi del centrosinistra. Intanto, dopo il coordinamento i Democratici apriranno il confronto anche
con la città attraverso una sorta di "sondaggio" sulle idee e sui punti del programma.

da Il Gazzettino Venerdì 4 settembre 2015 Pagina II

VERSO LE ELEZIONI -  Dopo la sveglia dei "Cittadini".

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI