logo Pordenone

L’attenzione del Partito Democratico per le rappresentanze all’interno della Circoscrizione è nota:
in esse viene riconosciuta la funzione di collegamento, tra il cittadino di quartiere e l’azione dell’Amministrazione della città. La sensibilità politica trova esplicita manifestazione anche al livello della persona che vive responsabilmente la propria realtà territoriale.
E’ per questo che, dopo la serata del 21 ottobre, quando il dimissionario Presidente della Circoscrizione Borgomeduna, Adalberto Cornacchia, ha accettato la candidatura ed è stato conseguentemente rivotato alla medesima carica dai rappresentanti del Centrodestra, il Partito Democratico si è adoperato per cercare di ricomporre un quadro politico coerente con l’esito elettorale dell’aprile 2006, favorevole alle forze del Centrosinistra. La scelta di ricandidatura dell’ex e neo-Presidente Cornacchia, tra l’altro non vicino al PD, è stata tanto più sorprendente quanto più
i consiglieri di maggioranza si attendevano il passaggio di consegne a Gregorio Martino, come
concordato in sede di trattativa politica nel citato aprile 2006.
Anche la posizione del consigliere di Vivo Pordenone Giordano Feletto aveva destato in quella
serata molte perplessità. Tuttavia, nel corso dei chiarimenti necessari, lo stesso Feletto ha
confermato che la sua appartenenza all'area di centro-sinistra non è mai stata in discussione e ha
ricostruito le difficoltà intercorse sulla base di questioni personali pregresse, che non hanno vanno
ad intaccare la qualità dei rapporti che intercorrono tra il PD e Vivo Pordenone.
Resta comunque il fatto che, in conseguenza di questa serie di eventi, il Circolo del Partito
Democratico di Pordenone vuol dichiarare in modo esplicito di non riconoscere Adalberto
Cornacchia quale suo rappresentante nella Presidenza di Circoscrizione; termina quindi la
condivisione con l’attuale Presidente del progetto di governo del quartiere Borgomeduna avviata
due anni fa. Il Circolo continua a ritenere grave la scelta di farsi sostenere da un gruppo politico di
sensibilità profondamente diversa da quella indicata dai cittadini al momento delle elezioni.
Il Partito Democratico, di concordia con i propri rappresentanti in Circoscrizione, ritiene in ogni
caso di continuare con il consueto senso di responsabilità e di attenzione verso il quartiere,
mantenendo la continuità di partecipazione ai Consigli e la vivacità di tutte quelle iniziative
orientate al chiarimento e alla discussione delle scelte amministrative, non ultima quella
significativa del “Laboratorio Borgomeduna: idee per il quartiere”.
Walter Manzon
Segretario del Circolo PD di Pordenone

Pordenone, 29 gennaio 2009

pedrotti pd porenone

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI