logo Pordenone

daniela300x450Venerdì 26 giugno è ufficialmente iniziato il “nuovo corso” del circolo Pd di Pordenone, alla cui guida si è insediata Daniela Giust, dopo le dimissioni del mese scorso presentate dall’ormai ex segretario Michele Padovese.

Insegnate di Lettere, già vice di Padovese, Giust è stata eletta il 19 giugno dall’assemblea degli iscritti riunitasi presso la Bastia del Castello di Torre.

Un’elezione che, seppur non unitaria (Daniela ha vinto con 50 voti, contro i 33 ricevuti da Velia Cassan, mentre i partecipanti al voto sono stati 85 sui 132 aventi diritto) trasmette un segnale di continuità rispetto alla segreteria precedente.

Ed è proprio sul profilo della continuità che la neosegretaria concentra le proprie attenzioni: “Il programma è in piena continuità con quello portato avanti da Michele Padovese ed è condiviso da tutte le componenti. Anche in vista delle prossime elezioni già da mesi lavoriamo sui temi e su questi ci confronteremo sia con l’assemblea, che va convocata più spesso, sia con possibili alleati, partendo proprio dai progetti e non dai nomi. In primis dalle liste che governano la città con noi ma siamo aperti ad altre forze che possano essere interessate a condividere un programma di governo”.

Superate le divisioni interne, quindi, l’orizzonte non può che essere la primavera del 2016: all’appuntamento elettorale, occasione di rinnovo di tutti gli organi di governo cittadini,  il Pd dovrà arrivare pronto, unito e capace di federare il centrosinistra cittadino. “Dobbiamo uscire da questo confronto con un Pd forte – avverte Daniela - visto che la destra che sta avanzando non è una bella destra”. Anche a Pordenone.

Continuando a navigare, accetti l'uso dei cookie, anche di terze parti per migliorare la tua navigazione sul sito. Se vuoi saperne di più clicca QUI